08/06/2021

Goldman Sachs: perchè l'economia USA non si surriscalderà

Attribuiamo il dato un po' deludente dei 559 mila nuovi occupati di maggio negli Stati Uniti agli stessi due fattori che hanno frenato il dato di aprile: primo ci posso essere dei limiti al numero dei nuovi occupati che le aziende riescono ad assumere ogni mesi e questo crea dei propblemi nei mesi di notevole aumento dell'occupazione come maggio.  Il dato è infatti destagionalizzato per tener conto del naturale aumento degli occupati in maggio; quello non destagionalizzato mostra un aumento degli occupati intorno al milione di unità per il quarto mese consecutivo. Secondo, l'offerta di lavoro è chiaramente limitata nel breve termine.

Nei prossimi mesi è però probabile che aumento l'offerta di lavoro riducendo la pressione sui saliri e sull'inflazione.

Attenzione!

Alcuni dei contenuti di questa parte di sito, prodotti da società differenti da CFS Rating, possono essere dedicati ad investitori professionali, sono diffusi solo a titolo informativo e non possono essere considerati in nessun caso sollecitazione all’investimento.
Continuando la navigazione dichiari di aver letto, compreso e accettato termini e condizioni del sito.

© 2001-2018 CFS Rating Tutti i diritti sono riservati

I dati le informazioni e le elaborazioni sono proprietà di CFS Rating, nessuna garanzia viene data in merito alla loro accuratezza, completezza e correttezza.

I dati e le elaborazioni pubblicate nel presente sito non devono essere considerate un'offerta di vendita, di sottoscrizione e/o di scambio, e non devono essere considerate sollecitazione di qualsiasi genere all'acquisto, sottoscrizione o scambio di strumenti finanziari e in genere all'investimento.