23/07/2020

Wall Street sostenuta dalla trimestrali migliori delle attese

Il peggioramento dei rapporti tra Stati Uniti e Cina dopo la richiesta americana di chiudere il consolato a Huston non sembra preoccupare gli investitori e anche ieri Wall Street ha chiuso in rialzo di oltre mezzo punto percentuale con l’indice SP500 a 3276,92 punti (grafico a destra): le trimestrali sono state sinora migliori delle attese sostenendo il mercato.

Ieri è stata Tesla a superare le previsioni annunciato un trimestre in utile e il titolo ha guadagnato il 4% dopo la chiusura a 1657 dollari.  Positiva anche la trimestrale di Microsoft, ma il titolo perde il 2% dopo il +1,4% della giornata di ieri.  In ribasso dell’1,22% Amazon mentre Apple sale dello 0,28%. 

I futures sugli indici guadagnano poi un altro mezzo punto percentuale nonostante la chiusura debole dei mercati asiatici: Tokyo e Seul perdono lo 0,58% come Shanghai, e solo Hong Kong chiude positivamente a +0,57%.   Positiva l’apertura dei mercati europei grazie anche al dato della fiducia dei consumatori tedeschi  calcolato dalla GFK.

Sale il mercato obbligazionario con il rendimento del Treasury decennale a 0,59% mentre sul mercato dei cambi il dollaro rimane debole con l’euro vicino ai massimi di ieri appena sotto quota 1,160.

L’attenzione degli investitori è oggi puntata sul dato americano delle 14:30 delle richieste di sussidi di disoccupazione: gli analisti si attendo una flessione del numero di sussidi in essere dai 17,3 milioni della settimana precedente.

© 2001-2018 CFS Rating Tutti i diritti sono riservati

I dati le informazioni e le elaborazioni sono proprietà di CFS Rating, nessuna garanzia viene data in merito alla loro accuratezza, completezza e correttezza.

I dati e le elaborazioni pubblicate nel presente sito non devono essere considerate un'offerta di vendita, di sottoscrizione e/o di scambio, e non devono essere considerate sollecitazione di qualsiasi genere all'acquisto, sottoscrizione o scambio di strumenti finanziari e in genere all'investimento.