28/07/2020

Wall Street sostenuta dai soliti tecnologici

In attesa delle trimestrali dei principali titoli dei mercati azionari - Google, Apple e Facebook rilasciano i bilanci giovedì - Wall Street ieri ha chiuso in rialzo dello 0,74% a 3239 punti (grafico a destra) in assenza di particolari notizie positive. I mercati asiatici hanno chiuso lunedì contrastati e quelli europei in ribasso, ma l'azionario americano prosegue nel suo rialzo, anche se focalizzato su pochi titoli: il Nasdaq guadagna l'1,67%.

In prima fila la Apple che sale del 2,37% a 379 dollari e Microsoft che guadagna l'1,27% a 203,85 dollari, Amazon guadagna l'1,54% a 3055 dollari e Google sale dell'1,41% a 1529 dollari.  Mercoledì i CEO di queste società dovranno testimoniare presso una commissione untitrust del Congresso.

Ci sono però anche titoli che hanno chiuso in ribasso come JPMorgan che perde l'1,4% e Citigroup che perde lo 0,74%, ma scende anche il settore crocieristico con Carnival che perde il 7%. I mercati europei, non avendo i cinque titoli tecnologici che continuano a guidare il rialzo di Wall Street, hanno chiuso ieri in leggero ribasso, dello 0,2% per lo Stoxx50.

Da notare il massimo storico dell'oro a 1940 dollari l'oncia, in parte legato alla debolezza del dollaro: ieri l'euro ha superato quota 1,1700 toccando un massimo a 1,1780 e questa mattina apre a 1,1720, mentre lo yen tratta a 105,60.

I mercati asiatici chiudono poco mossi, con Tokyo che perde lo 0,26%, ma i mercati cinesi in rialzo dello 0,4% nonostante la notizia di nuovi focolari di coronavirus in Cina.

In leggero ribasso il mercato obbligazionario americano con il rendimento del decennale che sale a 0,62% mentre il petrolio è stabile a 41,50 dollari al barile.

La giornata odierna è povera di dati macro significativi, con l'eccezione di quello della fiducia dei consumatori USA di luglio calcolato dal Conference Board, atteso in flessione dal 98,1 di giugno.



© 2001-2018 CFS Rating Tutti i diritti sono riservati

I dati le informazioni e le elaborazioni sono proprietà di CFS Rating, nessuna garanzia viene data in merito alla loro accuratezza, completezza e correttezza.

I dati e le elaborazioni pubblicate nel presente sito non devono essere considerate un'offerta di vendita, di sottoscrizione e/o di scambio, e non devono essere considerate sollecitazione di qualsiasi genere all'acquisto, sottoscrizione o scambio di strumenti finanziari e in genere all'investimento.