28/11/2019

Trump firma la legge pro-dimostranti di Hong Kong

Ennesimo record per Wall Street che ieri ha chiuso a 3153,63 punti con un rialzo dello 0,42% (grafico a destra) mentre il Nasdaq guadagna lo 0,66%: sono stati infatti i soliti titoli tecnologici a guidare il rialzo con Amazon che sale dell’1,2% a 1818,51 dollari, Alibaba del 3,14% e Facebook dell’1,52%.  Nuovo massimo storico anche per Apple che chiude a 267,84 con un rialzo dell’1,34%.

Ieri il mercato è stato sostenuto dalle solite aspettative di un accordo commerciale dopo un tweet in tal senso di Trump, ma anche i dati macro americani di ieri sono stati migliori del previsto: gli ordini di beni di consumo durevoli sono aumentati dello 0,6% in ottobre anche escludendo la componente dei trasporti, mentre la spesa dei consumatori è aumentata dello 0,3% anche se i redditi sono rimasti invariati.

Gli entusiasmi sono stati raffreddati dalla notizia del resto più che scontata della firma da parte del presidente USA della legge a sostegno della protesta pro-democrazia di Hong Kong: la reazione cinese è stata immediata e il Ministero degli Esteri ha dichiarato che prenderà duri provvedimenti per questa intromissione nelle questioni interne: il future sull’SP500 ha perso una decina di punti dal massimo della chiusura di ieri e anche i mercati asiatici chiudono con perdite intorno al mezzo punto percentuale.

I mercati europei aprono con perdite intorno allo 0,3% proseguendo nella loro fase laterale delle ultime settimane: i mercati europei non hanno infatti seguito il rialzo di Wall Street.

Poco mosso invece il mercato dei cambi con l’euro fermo a 1,1010 e quello dei Treasurys, con il rendimento del decennale fermo a 1,76%: alcuni mercati USA saranno però oggi chiusi per il giorno del Ringraziamento.

Per la giornata odierna l’attenzione degli investitori è puntata sul dato tedesco dell’inflazione di novembre che precede quello per l’area euro atteso per domani.

© 2001-2018 CFS Rating Tutti i diritti sono riservati

I dati le informazioni e le elaborazioni sono proprietà di CFS Rating, nessuna garanzia viene data in merito alla loro accuratezza, completezza e correttezza.

I dati e le elaborazioni pubblicate nel presente sito non devono essere considerate un'offerta di vendita, di sottoscrizione e/o di scambio, e non devono essere considerate sollecitazione di qualsiasi genere all'acquisto, sottoscrizione o scambio di strumenti finanziari e in genere all'investimento.