20/06/2022

Mercati azionari tentano un recupero

Il rialzo dei tassi americani dello 0,75% lo deciso mercoledì dalla Federal Reserve era scenario meno favorevole ai mercati azionari nel breve termine e Wall Street stenta a trovare un solido supporto: venerdì l'indice SP500 ha guadagnato lo 0,22% finendo a 3674 punti e rimanendo vicino ai minimi dell'anno. Migliore la performance del Nasdaq a +1,43% grazie al recupero dei titoli tecnologici: Apple è salita dell'1,15% e Amazon del 2,47%, NVIDIA dell'1,79% e Microsoft dell'1,90%.
Il settore che ha perso più terreno è stato quello energetico seguendo l'ampia correzione del petrolio WTI che ha chiuso a 108 dollari al barile dai 122 del massimo della settimana: gli operatori iniziano a pensare che se le banche centrali alzano i tassi e la congiuntura rallenta forse anche la domanda di petrolio è destinata a diminuire, e inoltre Putin ha dato una spiunta notevole alla transizione verso le energie Particolarmente penalizzati Conoco Philiphs e Devon Energy che hanno perso oltre l'8%.
Il mercato obbligazionario ha reagiro positivamente al rialzo dei tassi superiore alle attese e il rendimento del Treasury decennale ha chiuso la settimana a 3,23% dopo aver toccato un massimo sopra al 3,4% mentre sul mercato dei cambi il trend del dollaro è laterale contro l'euro a 1,050.
La giornata odierna è caratterizzata dalla festività del mercato amerinano e vedremo se i mercati europei riusciranno a riguadagnare terreno dopo le perdite degli ultimi due giorni in assenza della guida di Wall Street.

© 2001-2018 CFS Rating Tutti i diritti sono riservati

I dati le informazioni e le elaborazioni sono proprietà di CFS Rating, nessuna garanzia viene data in merito alla loro accuratezza, completezza e correttezza.

I dati e le elaborazioni pubblicate nel presente sito non devono essere considerate un'offerta di vendita, di sottoscrizione e/o di scambio, e non devono essere considerate sollecitazione di qualsiasi genere all'acquisto, sottoscrizione o scambio di strumenti finanziari e in genere all'investimento.