09/10/2020

Mercati azionari positivi in chiusura di settimana

Anche Ieri Wall Strett ha chiuso in rialzo, con l’indice SP500 che ha guadagnato lo 0,8% a 3446,83 punti (grafico a destra) nonostante Nancy Pelosi abbia rigettato l’offerta di Trump di passare decreti specifici di aiuti come quelle al settore del trasporto aereo.  Il leader della maggioranza repubblicana al Senato ha poi dichiarato che la maggioranza dei senatori del partito sono contrari a ulteriori stimoli fiscali.

Nonostante quindi sia poco probabile che si giunga a un accordo su una pacchetto globale di misure fiscali prima delle elezioni del 3 novembre il settore del trasporto aereo ha chiuso in rialzo con Delta e UAL che guadagnano l’1,7%, mentre perde quello crocieristico.  Contrastati i tecnologici, con Apple e Amazon in leggero ribasso, ma Facebook in rialzo di oltre due punti percentuali e Google dell’1,66%. IBM sale del 6% sulla notizia che quoterà separatamente una parte dell’attività.

In rialzo poi il settore energetico con la Exxon che sale del 5,22% a 35,26 dollari grazie al rialzo del WTI sopra ai 41 dollari al barile, grazie alla riduzione della produzione nel Golfo del Messico per l’arrivo di un uragano e grazie alle dichiarazioni incoraggianti  dell’OPEC sulla fine della crisi della domanda.

I mercati asiatici hanno chiuso poco mossi, con l’unico movimento significativo di Shanghai che guadagna l’1,68%, mentre i futures sugli indici USA salgono  di un ulteriore 0,3%.

Il mercato dei Treasurys è fermo anche ogg sui minimi della stretta Trading range degli ultimi sei mesi, con il TBond sotto quota 174 e il rendimento del decennale a 0,78%, mentre il dollaro non mostra segni di recupero e l’euro apre questa mattina a 1,1775.

Per la giornata odierna l’attenzione è puntata sui dati della produzione industriale nell’area euro di agosto; quella italiana dovrebbe salire dell’1,3% rispetto a luglio e scendere del 6,6% rispetto all’agosto 2019.

© 2001-2018 CFS Rating Tutti i diritti sono riservati

I dati le informazioni e le elaborazioni sono proprietà di CFS Rating, nessuna garanzia viene data in merito alla loro accuratezza, completezza e correttezza.

I dati e le elaborazioni pubblicate nel presente sito non devono essere considerate un'offerta di vendita, di sottoscrizione e/o di scambio, e non devono essere considerate sollecitazione di qualsiasi genere all'acquisto, sottoscrizione o scambio di strumenti finanziari e in genere all'investimento.