19/02/2021

Mercati azionari poco mossi in chiusura di settimana

Anche ieri sono stati i titoli tecnologici a indebolire Wall Street: l'indice SP500 ha perso lo 0,44% a 2913,97 (grafico a destra) mentre il Nasdaq ha perso lo 0,72%.

Apple ha perso un altro 0,86%, Google e Microsoft lo 0,4% e lo 0,35% rispettivamente mentre Amazon ha guadagnato lo 0,59%. Tesla perde l'1,35% mentre Walmart cede il 6,48%.

poco mossi i titoli bancari con JPMorgan invariata.

I dati macro americani di ieri sono stati peggiori del previsto con un un aumento a sorpresa delle richieste settimanali di sussidi di disoccupazione. Ne risente il dollaro e l'euro torna sopra quota 1,2100.

Il mercato obbligazionario invece non ha reagito e il rendimento del Treasury decennale questa mattina apre a 1,30%.

Il rally del petrolio si è interrotto bruscamente con il WTI che torna 59 dollari al barile perdendone tre dal massimo di ieri nonostante la diminuzione delle scorte americane dii 7,3 milioni di arili la scorsa settimana: il miglioramento del clima in Texas permette la riapertura della produzione e delle raffinerie, ma si teme che la chiusura di queste ultime spingerà al rialzo le scorte di greggio nelle prossime settimane.

I mercati azionari asiatici hanno chiuso oggi contrastati, con Tokyo che perde lo 0,72, Hong Kong lo 0,12% mentre Shanghai sale dello 0,57%. In leggero rialzo l'apertura dei mercati europei.

Nella giornata odierna l'attenzione è puntata sui risultati dei survey della Markit sulla congiuntura di febbraio nei vari paesi europei e negli Stati Uniti, sia per il settore manifatturiero che per quello deii servizi.

© 2001-2018 CFS Rating Tutti i diritti sono riservati

I dati le informazioni e le elaborazioni sono proprietà di CFS Rating, nessuna garanzia viene data in merito alla loro accuratezza, completezza e correttezza.

I dati e le elaborazioni pubblicate nel presente sito non devono essere considerate un'offerta di vendita, di sottoscrizione e/o di scambio, e non devono essere considerate sollecitazione di qualsiasi genere all'acquisto, sottoscrizione o scambio di strumenti finanziari e in genere all'investimento.