16/05/2022

Mercati azionari aprono la settimana in ribasso

Dopo il buon recupero di venerdì i mercati azionari aprono la settimana più cauti a seguito di una serie di dati cinesi peggiori delle attese: le vendite al dettaglio sono scese dell'11,1% in aprile sullo stesso mese dell'anno scorso, mentre la produzione industriale è scesa del 2,9%, I mercati azionari asiatici hanno chiuso contrastati, con Tokyo che ha guadagnato lo 0,45%, Hong Kong invariata e Seul che ha perso lo 0,29%, mentre gli indici europei perdono oltre mezzo punto percentuale in apertura di giornata.

Venerdì l'indice SP500 ha chiuso in rialzo del 2,30% a 4023 punti (grafico a destra) ma non ha ancora superato alcun massimo precedente per indicare la fine della fase di correzione, mentre il Nasdaq ha guadagnato quasi il 4% grazie al rimbalzo dei principali titoli tecnologici.

In rialzo oggi i mercati obbligazionari, con il rendimento del Treasury decennale che scende a 2,88% e il Tbond a 139,6 mentre sul mercato dei cambi il dollaro rimane vicino ai massimi degli ultimi anni a 1,0400 contro l'Euro e 129 contro lo Yen.

In leggero ribasso il petrolio WTI a 107,50 dollari al barile.

Oggi l'attenzione degli investitori è puntata sulle previsioni macro dell'Unione Euorpea, che dovrebbero mostrare un tasso di crescita ridimensionato rispetto al 2,0% previsto per l'anno in corso secondo le stime di febbraio.

© 2001-2018 CFS Rating Tutti i diritti sono riservati

I dati le informazioni e le elaborazioni sono proprietà di CFS Rating, nessuna garanzia viene data in merito alla loro accuratezza, completezza e correttezza.

I dati e le elaborazioni pubblicate nel presente sito non devono essere considerate un'offerta di vendita, di sottoscrizione e/o di scambio, e non devono essere considerate sollecitazione di qualsiasi genere all'acquisto, sottoscrizione o scambio di strumenti finanziari e in genere all'investimento.