22/11/2021

La situazione sanitaria non sembra preoccupare i mercati

Nonostante la ripresa dei contagi in Europa e il nuovo lockdown in Austria i mercati azionari aprono la settimana in rialzo e l'impatto negativo al momento è solo sull'Euro e sul petrolio: l'Euro scende a 1,1275 e il petrolio apre questa mattina a 75,70 dollari al barile, il minimo delle ultime settimane e quasi 110 dollari sotto al massimo dell'anno.
Non sembrano impensiere i mercati nemmeno del dichiarazioni del numero due della Federal Reserve Richard Clarida, che venerdì ha detto che in dicembre verrà probabilmente discussa la possibiltà di accelerare la riduzione degli acquisti di titoli obbligazionari.
L'indice SP500 venerdì ha perso solo lo 0,14% a 4697 punti (grafico a destra), ma il future sull'indice risale dello 0,25% in Asia indicando unn'apertura su un nuovo massimo storico.
Il rendimento del Treasury decennale apre questa mattina a 1,55% in linea con la chiusura di venerdì.
I mercati azionari asiatici hanno chiuso positivamente con Tokyo in rialzo dello 0,17% e Seul di un punto e mezzo, con l'eccezione di Hong Kong che perde mezzo punto eprcentuale.
Per oggi l'attenzione rimane puntata sulla situazione sanitaria, mentre dal fronte macro si attende l'indice della fiducia dei consumatori dell'area Euro di novembre e le vendite di case negli Stati Uniti per il mese di ottobre.

© 2001-2018 CFS Rating Tutti i diritti sono riservati

I dati le informazioni e le elaborazioni sono proprietà di CFS Rating, nessuna garanzia viene data in merito alla loro accuratezza, completezza e correttezza.

I dati e le elaborazioni pubblicate nel presente sito non devono essere considerate un'offerta di vendita, di sottoscrizione e/o di scambio, e non devono essere considerate sollecitazione di qualsiasi genere all'acquisto, sottoscrizione o scambio di strumenti finanziari e in genere all'investimento.