07/11/2019

La Cina annuncia una riduzione dei dazi commerciali

L’indice SP500 ha chiuso ieri invariato a 3076 punti (grafico a destra) nonostante qualche presa di beneficio motivata dalla notizia che la firma di un accordo commerciale tra Cina e Stati Uniti è rimandata a dicembre, ma prima dell’apertura dei mercati europei i futures sugli indici sono schizzati in alto di mezzo punto percentuale sull’annuncio da parte del Ministero del Commercio cinese che le controparti hanno deciso di ridurre i dazi progressivamente mentre proseguono i negoziati.

Il futures sull’SP500 è salito a 3092 punti, mentre quello sul Dax guadagna lo 0,7%.  I mercati asiatici erano già chiusi, praticamente invariati, e solo Hong Kong continua a trattare e sale dello 0,4%. 

Il mercato dei cambi non ha reagito alla notizia con l’eccezione dello yuan che si rafforza contro il dollaro, mentre l’euro è fermo sui minimi di ieri a 1,1080.

Si indeboliscono invece i mercati obbligazionari in questa fase di corsa verso le asset class più rischiose e il TBond torna sul minimo di ieri a 158 perdendo un punto dalla chiusura, mentre il rendimento del Treasury decennale sale  a 1,85% e quello del Bund a -0,31%.

Risale anche il petrolio WTI a 56,70 dollari al barile dopo la correzione di ieri pomeriggio dovuta al dato delle scorte americane della scorsa settimana.

Per la giornata odierna non sono attesi dati macro con l’eccezione delle richieste settimanali di sussidi di disoccupazione negli USA e pertanto i mercati azionari non hanno ostacoli per estendere i rialzi dei giorni scorsi.

© 2001-2018 CFS Rating Tutti i diritti sono riservati

I dati le informazioni e le elaborazioni sono proprietà di CFS Rating, nessuna garanzia viene data in merito alla loro accuratezza, completezza e correttezza.

I dati e le elaborazioni pubblicate nel presente sito non devono essere considerate un'offerta di vendita, di sottoscrizione e/o di scambio, e non devono essere considerate sollecitazione di qualsiasi genere all'acquisto, sottoscrizione o scambio di strumenti finanziari e in genere all'investimento.