04/06/2021

Attenzione puntata sulla disoccupazione USA

I dati macro americani migliori del previsto ieri hanno indebolito i titoli tecnologici a favore di quelli ciclici, e mentre il DowJones ha chiuso invariato il Nasdaq ha perso un punto percentuale e l'SP500 lo 0,36% (grafico a destra) recuperando gran parte delle perdite subite in apertura di giornata. Tra i titoli ciclici ieri sono stati quelli automobilistici a guidare il rialzo, con guadagni intorno al 7% per Ford e General Motors.

I nuovi occupati del settore privato calcolati dall'ADP per il mese di maggio sono stati 978 mila mentre le nuove richieste di sussidi di disoccupazione sono state solo di 395 mila unità e fanno ben sperare per il dato odierno della disoccupazione di maggio atteso alle 14:30. Migliore delle attese anche l'indice ISM del settore dei servizi.

Il mercato obbligazionario ha reagito negativamente con il Tbond che ha perso mezzo punto a 156 e il rendimento del Treasury decennale che risale a 1,63% e il dollaro ne ha tratto vantaggio guadagnando una figura contro l'euro, questa mattina a 1,210.

Tra i primi cinque titoli tecnologici Amazon è stato il peggiore perdendo l'1,45% a 3187 dollari, seguito dalla Apple a -1,22% e Google a -0,97% come Facebook. Microsoft cede lo 0,64% a 245,71 dollari mentre Tesla perde il 5,33% a 572,84.

Positivo invece il settore bancario con Bank of America che guadagna l'1,15% e JPMorgan lo 0,07%, ma Citigroup perde lo 0,29%,

Contrastato il settore petrolifero con Chevron che perde lo 0,45% ed Exxon che guadagna lo 0,39%: il petrolio WTI ha chiuso invariato e questa mattina tratta appena sotto ai 69 dollari al barile: i segnali di ripresa della domanda a fronte di un'offerta in modesto aumento grazie alla cautela dell'OPEC+ continuano a sostenere il mercato, che ha visto la scendere notevolmente le scorte americane la scorsa settimana.

I mercati azionari asiatici hanno seguito la correzione di quello americano con perdite intorno allo 0,4% per Tokyo, Seul e Taiwan, mentre i mercati cinesi hanno chiuso poco mossi e anche i futures americani sono invariati.

Lo Stoxx50 dovrebbe aprire a -0,1% dopo il nuovo massimo di ieri (grafico in basso).

 

© 2001-2018 CFS Rating Tutti i diritti sono riservati

I dati le informazioni e le elaborazioni sono proprietà di CFS Rating, nessuna garanzia viene data in merito alla loro accuratezza, completezza e correttezza.

I dati e le elaborazioni pubblicate nel presente sito non devono essere considerate un'offerta di vendita, di sottoscrizione e/o di scambio, e non devono essere considerate sollecitazione di qualsiasi genere all'acquisto, sottoscrizione o scambio di strumenti finanziari e in genere all'investimento.