25/11/2019

Apertura di settimana positiva per i mercati azionari

Wall Street ha chiuso la settimana in leggero ribasso dopo sei settimane di continui rialzi anche se venerdì l’indice SP500 ha guadagnato lo 0,2% finendo a 3110 punti (grafico a destra) grazie soprattutto al rialzo di Amazon a 1745,72 dollari (+0,63%) mentre Apple a Microsoft hanno chiuso praticamente invariate.

La settimana si apre poi con un rialzo dei mercati asiatici dopo il risultato delle elezioni a Hong Kong, anche se non è chiaro se sia poi un risultato favorevole al mercato azionario locale dato che non si sa come reagirà la Cina: Hong Kong guadagna un punto e mezzo, Tokyo lo 0,78% a Shanghai lo 0,72% anche grazie alle dichiarazioni di sabato del US National Security Advisor  Robert O’Brien secondo le quali un accordo commerciale con la Cina è ancora possibile entro la fine dell’anno.

Positiva anche l’apertura dei mercati europei, con guadagni intorno allo 0,75%.

La nuova positività sui mercati azionari indebolisce gli obbligazionari e questa mattina troviamo il rendimento del Treasury decennale a 1,79% mentre il TBond perde un quarto di punto dalla chiusura di venerdì e tratta a 158,75.

Si rafforza il dollaro sia contro lo yen a 108,90 che contro l’euro, che scende a quota 1,1030, mentre il petrolio WTI torna sopra quota 58 dollari al barile dopo la correzione di venerdì pomeriggio.

Per la giornata odierna l’attenzione degli investitori è puntata sul risultato del survey dell’IFO sulla congiuntura tedesca di novembre, atteso in miglioramento a 95 punti, mentre l’unico dato americano del pomeriggio è il survey della Fed di Dallas sul settore manifatturiero.

© 2001-2018 CFS Rating Tutti i diritti sono riservati

I dati le informazioni e le elaborazioni sono proprietà di CFS Rating, nessuna garanzia viene data in merito alla loro accuratezza, completezza e correttezza.

I dati e le elaborazioni pubblicate nel presente sito non devono essere considerate un'offerta di vendita, di sottoscrizione e/o di scambio, e non devono essere considerate sollecitazione di qualsiasi genere all'acquisto, sottoscrizione o scambio di strumenti finanziari e in genere all'investimento.