11/10/2019

Fidelity European Dynamic Growth Fund

CARATTERISTICHE

Il Fidelity European Dynamic Growth Fund investe in titoli azionari europei con un approccio Growth, ma segue come benchmark l'indice MSCI Europe, quello standard di categoria per i fondi large cap. Il portafoglio è di norma investito in circa 50 titoli ed è significativo il peso dei titoli a minore capitalizzazione: ad esempio attualmente i titoli con capitalizzazione superiore ai 10 miliardi di euro è solo del 54%, 25 punti percentuali in meno rispetto al benchmark del fondo. L'approccio di stock picking bottom up porta ad allocazioni geografiche e soprattutto settoriali significativamente diverse da quelle del benchmark: attualmente nella allocazione settoriale vengono favoriti i titoli tecnologici e industriali a scapito dei finanziari, immobiliari ed energetici, come del resto fanno tutti i fondi Growth. Nella scelta dei singoli titoli le principali posizioni sono spesso in titoli a minore capitalizzazione come attualmente l'inglese Experian o la tedesca Scout24, mentre mancano dal portafoglio tutti i primi 10 titoli del benchmark.

I RISULTATI

Lo stile di gestione particolarmente attivo ha portato sinora a risultati regolarmente lontani da quelli del benchmark del fondo o di quello di categoria: nel 2017 ha sottoperformato del 5% e l’anno scorso fatto meglio del benchmark del 10%. Sinora molto positivo anche il 2019 grazie a scelte come l'americana Wordpay Inc. La volatilità dei rendimenti mensili è stata significativamente inferiore alla media nel corso degli ultimi tre anni. Il beta del fondo è stato molto basso, intorno a 0,80 se calcolato sui 36 mesi (grafico a destra).

CLASSI E COSTI

Del fondo sono disponibili due classi A retail, una a distribuzione e una ad accumulazione, il cui costo totale di gestione è stato dell'1,91% nel corso dell'ultimo esercizio.

L'OPINIONE

Il Fidelity European Dynamic Growth Fund è una delle scelte migliori all'interno della categoria volendo una gestione attiva che ha ottenuto risultati stabilmente migliori di quelli del benchmark senza un livello di rischio particolarmente elevato, con una maggiore attenzione ai titoli europei a maggiore capitalizzazione rispetto alla media della categoria.

 

© 2001-2018 CFS Rating Tutti i diritti sono riservati

I dati le informazioni e le elaborazioni sono proprietà di CFS Rating, nessuna garanzia viene data in merito alla loro accuratezza, completezza e correttezza.

I dati e le elaborazioni pubblicate nel presente sito non devono essere considerate un'offerta di vendita, di sottoscrizione e/o di scambio, e non devono essere considerate sollecitazione di qualsiasi genere all'acquisto, sottoscrizione o scambio di strumenti finanziari e in genere all'investimento.