11/09/2019

Notizie positive dal fronte dello scontro commerciale

Prosegue il rialzo dei mercati azionari grazie al miglioramento della situazione sul fronte della guerra commerciala tra Stati Uniti e Cina: la notizia di oggi è che la Cina ha deciso di esentare alcuni prodotti americani dai nuovi dazi e si è offerta di aumentare gli acquisti di prodotti agricoli.

L’indice S&P500 ha chiuso ieri in leggero rialzo a 2979,39 recuperando interamente le perdite registrate in apertura (grafico a destra).  Particolarmente positiva Apple che guadagna l’1,18% a 216,7 dollari mentre gli altri titoli tecnologici hanno perso terreno.

Da notare il tracollo del mercato obbligazionario americano, con il TBond che ha perso tre punti da venerdì e il rendimento del decennale risalito da 1,45% a 1,74%.  Risale anche il rendimento del Bund a -0,53% nonostante gli analisti si attendano l’annuncio da parte della BCE dell’inizio di un nuovo programma di acquisto di titoli.  Pesa sul mercato il rialzo dei rendimenti americani e la possibilità di un allentamento della politica fiscale tedesca.

Poco mosso il mercato dei cambi a con il dollaro in leggero rafforzamento contro lo yen a 107,7 e  l’euro fermo a 1,1035.

In rialzo il petrolio WTI dopo il dato di ieri sera della diminuzione delle scorte annunciato dall’API: il greggio tratta appena sotto i 58 dollari al barile.

Nella giornata odierna sono attesi i dati dei prezzi alla produzione americani di agosto, attesi invariati a 1,7%.

© 2001-2018 CFS Rating Tutti i diritti sono riservati

I dati le informazioni e le elaborazioni sono proprietà di CFS Rating, nessuna garanzia viene data in merito alla loro accuratezza, completezza e correttezza.

I dati e le elaborazioni pubblicate nel presente sito non devono essere considerate un'offerta di vendita, di sottoscrizione e/o di scambio, e non devono essere considerate sollecitazione di qualsiasi genere all'acquisto, sottoscrizione o scambio di strumenti finanziari e in genere all'investimento.