11/05/2018

Wall Street estende il rialzo

Wall Street ha proseguito anche ieri il movimento ascendente iniziato a metà della scorsa settimana e l’indice SP500 ha chiuso la giornata sopra al massimo di aprile situato a 2717 (grafico a destra).  Anche ieri è stata la Apple a guidare il rialzo: il titolo a chiuso sopra i 190 dollari e se consideriamo che a fine aprile era sceso a 160 dollari il recupero è stato del 20% in due settimane.

Salgono anche gli altri tecnologici a parte Amazon che chiude invariata, e Facebook guadagna l’1,7% finendo a 185,5 dollari e recuperando quasi interamente le perdite del mese scorso.

 In rialzo anche i mercati asiatici, con guadagni intorno al punto percentuale per Tokyo e Hong Kong.  La notizia dell’incontro tra Trump e il dittatore nordcoreano a Singapore il 12 giugno viene accolta positivamente dagli investitori.

I mercati hanno reagito positivamente al dato di ieri dell’inflazione americana di aprile, uscita leggermente sotto le aspettative: la crescita dei prezzi accelera al 2,46% dal 2,36%, ma l’indice “core” sale meno del previsto confermando lo scenario di rafforzamento delle pressioni inflazionistiche, ma non a livelli tali da giustificare più di altri due rialzi dei tassi di un quarto di punto.

Corregge quindi anche il dollaro, con l’euro che recupera un punto dal minimo fatto segnare mercoledì a 1,1830.  Dovrebbe trattarsi di un rimbalzo temporaneo in quanto l’obiettivo tecnico della discesa dell’euro è situato intorno a 1,1710.

Stabile il mercato dei Treasurys con il rendimento del decennale fermo al 2,96% al centro della trading range delle ultime tre settimane, mentre il petrolio WTI scende leggermente a 71,20 dollari al barile.

Oggi l’attenzione degli investitori è puntata sul dato della disoccupazione di aprile canadese, ma soprattutto sull’indice della fiducia dei consumatori calcolato dall’Università del Michigan per il mese di maggio.

© 2001-2018 CFS Rating Tutti i diritti sono riservati

I dati le informazioni e le elaborazioni sono proprietà di CFS Rating, nessuna garanzia viene data in merito alla loro accuratezza, completezza e correttezza.

I dati e le elaborazioni pubblicate nel presente sito non devono essere considerate un'offerta di vendita, di sottoscrizione e/o di scambio, e non devono essere considerate sollecitazione di qualsiasi genere all'acquisto, sottoscrizione o scambio di strumenti finanziari e in genere all'investimento.