Obb. America - High Yield Euro H.

Presentazione categoria

I fondi azionari American High Yield investono in obbligazioni ad alto rendimento emesse in dollari con un rating inferiore a BBB per Standard & Poor's e Baa per Moody's, quindi non investment grade. Il 10% è rappresentato da emissioni CCC. Le scadenze non vanno oltre i dieci anni.Per quanto riguarda l'esposizione settoriale oltre il 25% è costituito da emissioni del settore delle telecomunicazioni. I consumi non ciclici rappresentano il 14% delle emissioni, il 12% i consumi ciclici e il 13% sono emissioni del settore energia.
I benchmark seguiti dai gestori sono principalmente due, l'Indice Barclays e l'indice TheBoFa ML, ma gli investitori seguono soprattutto l'iShares iBoxx $ High Yield Corporate Bond ETF (HYG). E' un indice costituito da più di mille titoli con una duration media pari a 3,9 anni e che capitalizza 17 miliardi di dollari. I fondi azionari American High Yield investono in obbligazioni ad alto rendimento emesse in dollari con un rating inferiore a BBB per Standard & Poor's e Baa per Moody's, quindi non investment grade. Come si può notare dal grafico a destra il 10% è rappresentato da emissioni CCC. Le scadenze non vanno oltre i dieci anni.Per quanto riguarda l'esposizione settoriale oltre il 25% è costituito da emissioni del settore delle telecomunicazioni. I consumi non ciclici rappresentano il 14% delle emissioni, il 12% i consumi ciclici e il 13% sono emissioni del settore energia. I benchmark seguiti dai gestori sono principalmente due, l'Indice Barclays e l'indice TheBoFa ML, ma gli investitori seguono soprattutto l'iShares iBoxx $ High Yield Corporate Bond ETF (HYG). E' un indice costituito da più di mille titoli con una duration media pari a 3,9 anni e che capitalizza 17 miliardi di dollari. I rendimenti degli ultimi 7/8 anni sono stati ottimi per l'investitore europeo, in parte anche grazie all'apprezzamento del dollaro contro l'euro. Sui tre anni però nessun fondo ha fatto meglio del benchmark di categoria, soprattutto a causa della performance negativa di quest'anno. Il mercato è infatti sceso nel corso delle prime sei settimane dell'anno seguendo i mercati azionari e il petrolio, ma è poi rimbalzano ampiamente e velocemente nei due mesi seguenti prendendo di sorpresa tutti i gestori della categoria.
Il menu offerto dalla categoria è composta da due gruppi, come si può notare dal grafico a dispersione a destra: il gruppo principale è composto da fondi che seguono il benchmark, e che quindi hanno ottenuto risultati annui tra l'8% e il 12% negli ultimi tre anni con una volatilità superiore all'8%. Il secondo gruppo e quello dei fondi più a sinistra, con rendimenti inferiori al 4% e volatilità sotto al 7%: sono fondi che prevedono la copertura del rischio cambio contro l'euro. I fondi in basso a destra sono invece classi di fondi particolari che coprono il rischio cambio contro valute come la sterlina o il dollaro canadese. Tra i fondi 'classici' il miglior profilo rischio/rendimento è stato offerto dall'EVI (Ireland) US High Yield Bond e dal Pimco High Yield Bond. Da segnalare anche il fondo Threadneedle US High Yield, il Wells Fargo US High Yield Bond, il Fidelity US High Yield e il Nordea North America High Yield Bond. 15/01/2017
Grafico Rischio/Rendimento con Performance a 3 anni annualizzate Dati aggiornati al 31/10/2019

Fondi nella categoria

Nome Rating CFS Performance Sharpe Volatilità
Inizio a. 1 a. 3 a. 5 a. 3 a. 5 a. 3 a. 5 a.

© 2001-2018 CFS Rating Tutti i diritti sono riservati

I dati le informazioni e le elaborazioni sono proprietà di CFS Rating, nessuna garanzia viene data in merito alla loro accuratezza, completezza e correttezza.

I dati e le elaborazioni pubblicate nel presente sito non devono essere considerate un'offerta di vendita, di sottoscrizione e/o di scambio, e non devono essere considerate sollecitazione di qualsiasi genere all'acquisto, sottoscrizione o scambio di strumenti finanziari e in genere all'investimento.